home   chi siamo  |   dove siamo  |   servizi  |   news  |   mappa del sito  |   contattaci  |   Privacy  |  
(1) 2 3 4 ... 26 »
AMBIENTE : Conai: Conai varia il contributo a partire dal 2020
Inviato da csa il 2/8/2019 16:20:00 (369 letture)

Il Consiglio di amministrazione CONAI, valutate le richieste dei consorzi di filiera Comieco, Corepla e Rilegno, ha deliberato una rimodulazione del contributo ambientale per gli imballaggi in carta, plastica e legno che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2020.
Il contributo per gli imballaggi in carta, competenza di Comieco, passerà da 20 EUR/tonnellata a 35 EUR/tonnellata. Resterà invece invariato il contributo aggiuntivo (20 EUR/tonnellata) per i poliaccoppiati a prevalenza carta idonei al contenimento di liquidi, per i quali il contributo ambientale diventerà quindi 55 EUR/tonnellata. Rimodulato anche il contributo ambientale per gli imballaggi in plastica, competenza di Corepla, soprattutto in ragione dell’aumento del 12% della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica nell’ultimo anno.
Il valore medio del contributo ambientale per gli imballaggi in plastica passerà da 263 EUR/tonnellata a 330 EUR/tonnellata.
Resteranno in vigore le quattro fasce contributive valide dal 1° gennaio 2019, che sono state però riformulate per portare a regime un processo di diversificazione che le renda più coerenti con l’effettiva selezionabilità e riciclabilità degli imballaggi allo stato delle tecnologie attuali.
Invariate le prime due fasce. La A continuerà a riguardare imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito commercio&industria, con un contributo ambientale pari a 150 EUR/tonnellata. La B1 resterà dedicata a imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito domestico, e il suo contributo rimarrà di 208 EUR/tonnellata.
La fascia B2, invece, diventerà quella dedicata a imballaggi con una filiera di selezione e riciclo in fase di consolidamento e sviluppo, sia da circuito domestico sia da commercio&industria. Il suo contributo ambientale sarà di 436 EUR/tonnellata.
Infine la fascia C, quella degli imballaggi non selezionabili o riciclabili allo stato delle tecnologie attuali, vedrà il contributo passare da 369 EUR/tonnellata a 546 EUR/tonnellata. Il contributo per gli imballaggi in legno, competenza di Rilegno, aumenterà da 7 EUR/tonnellata a 9 EUR/tonnellata.
L’aumento avrà effetto anche sulle procedure forfettarie/semplificate per importazione di imballaggi pieni, sempre con decorrenza dal 1° gennaio 2020.
In particolare, le aliquote da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in EUR) passeranno da 0,16 a 0,17% per i prodotti alimentari imballati e da 0,08 a 0,09% per i prodotti non alimentari imballati. Il contributo mediante il calcolo forfettario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiale) passerà da 65 a 85 EUR/tonnellata.
CSA è a disposizione per ulteriori chiarimenti.

AMBIENTE : Conai: Focus Tintolavanderie
Inviato da csa il 2/8/2019 16:19:12 (303 letture)


Conai ha inviato una specifica comunicazione alle imprese del settore delle tintolavanderie su cui, anche a seguito di alcune richieste pervenute, riteniamo utile fornire un riepilogo dei principali adempimenti.
In termini generali, anche per le tintolavanderie valgono gli obblighi vigenti per tutte le imprese.
Pertanto:
- Le tintolavanderie hanno un obbligo di semplice adesione a CONAI in quanto utilizzatori di imballaggi, con versamento solo in fase di iscrizione della relativa quota (5,16€ alla quale si aggiunge un importo variabile solo per le imprese che nel corso dell’esercizio precedente all’adesione abbiano avuto ricavi complessivi superiori a 500.000,00 Euro).
- Nel caso in cui l’impresa importi dall’estero gli imballaggi, all’obbligo di adesione al CONAI e al Consorzio di filiera si aggiunge anche l’obbligo di applicazione del contributo ambientale e relativa dichiarazione al CONAI. In proposito è utile ricordare che sono previste soglie di esenzione al di sotto delle quali il contributo non è dovuto.
- A titolo non esaustivo, è utile ricordare che gli imballaggi normalmente utilizzati dalle tintolavanderie sono gli appendini, la pellicola e gli altri articoli per il confezionamento dei capi lavati
CSA è a disposizione per informazioni in merito

AMBIENTE : SCADENZE TARI MESE DI GENNAIO 2019 COMUNI DI LAMPORECCHIO (20 GENNAIO), CHIESINA UZZANESE, CERRETO GUIDI, VINCI.
Inviato da csa il 19/12/2018 18:12:37 (657 letture)

Domanda di esclusione/riduzione per produzione di rifiuti non conferibili al servizio pubblico (speciali non assimilabili). La legge di istituzione della Tari esclude dal tributo le superfici ove si producono rifiuti speciali non assimilati che l'impresa provvede a gestire autonomamente con imprese terze autorizzate. Invitiamo pertanto alla puntuale verifica delle superfici ad oggi assoggettate e nel caso alla presentazione tempestiva della domanda di riduzione relativa alla TARI 2018 (in caso di accettazione rimborso/conguaglio di quanto già pagato). 

ATTENZIONE:
Le aziende che hanno già provveduto alla presentazione della domanda di riduzione per l'anno 2017, devono ripresentarla anche per l'anno 2018 per poter continuare a beneficiare della riduzione/ esclusione della superficie.

AMBIENTE : SISTRI: ABOLITO IL SISTEMA DI TRACCIABILITA' DEI RIFIUTI ACCOLTE LE RICHIESTE DELLA CNA
Inviato da csa il 19/12/2018 18:10:00 (738 letture)


FINALMENTE La notizia dell’abolizione del SISTRI è ufficiale, lo riporta un comunicato stampa emanato direttamente dal Ministero dell’Ambiente, il quale conferma che a partire dal 1° gennaio 2019, il Sistema elettronico di tracciabilità dei rifiuti pericolosi sarà abolito. Tale soppressione è riportata nel Decreto Legge Semplificazioni, all’articolo 23, approvato al Consiglio dei Ministri n° 32 del 12 dicembre 2018.
Dal 1 gennaio 2019, data dalla quale parte l’abolizione, i soggetti prima obbligati all’utilizzo del sistema dovranno applicare, come di fatto già avveniva, le consuete modalità gestionali quali formulari, registri di carico e scarico e Mud.
L’abolizione del Sistri rappresenta la fine di un incubo per migliaia di imprese, ma anche una vittoria per la CNA che in questi ultimi anni si è sempre battuta, a livello nazionale così come in ambito locale, per superare questo complicato quanto inutile sistema.

AMBIENTE : CONAI: COMMECIANTI DI IMBALLAGGI NOVITA' SUL PRELIEVO DEL CONTRIBUTO CONAI
 Inviato da csa il 19/12/2018 18:07:22 (421 letture)


In questi giorni stanno arrivando alla pec delle imprese diverse comunicazioni relativamente alle novità sull'applicazione del contributo conai.
Oltre la diversificazione contributiva per la Plastica e dalle variazioni del contributo per altri materiali, una novità assoluta è rappresentata dal prelievo diretto da parte del conai alla aziende che commercializzano imballaggi invece che dal produttore dell'imballaggio stesso. Si allega alla presente circolare conai.
Siamo a disposizione per chiarimenti in merito.

(1) 2 3 4 ... 26 »
CSA S.C.R.L.- capitale sociale € 35.000 - sede legale: Via Enrico Fermi 1/a int. 22 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573 921280 - Fax 0573 531485 - Codice Fiscale e Partita IVA 01821810478 - n° REA 182426

PRIVACY