home   chi siamo  |   dove siamo  |   servizi  |   news  |   mappa del sito  |   contattaci  |   Privacy  |  
IGIENE ALIMENTI : ACRILAMMIDE: AL VIA LE NUOVE REGOLE
Inviato da csa il 28/5/2018 16:50:00 (157 letture)

La Commissione europea ha da poco pubblicato il nuovo provvedimento sull’acrilammide, il Regolamento Ue 2158/2017 (che istituisce misure di attenuazione e livelli di riferimento per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti), che è entrato in vigore l’11 aprile u.s., con il quale, pur non introducendo un limite di legge vero e proprio, introduce per la prima volta norme un po’ più severe a tutela dei consumatori: le aziende saranno obbligate ad adottare delle misure per contenere l’acrilammide (in primis monitorando le temperature di cottura) e, per alcune aziende, a verificare la situazione attraverso analisi periodiche. Tuttavia, al momento, non sono previste multe per i produttori inadempienti.


Taluni produttori, oltre a effettuare monitoraggi costanti sull’acrilammide, devono mettere in atto una serie di “misure di attenuazione” come previsto dall’allegato I al nuovo Regolamento, per ridurre il contaminante di processo. Tali misure, adattate alla natura dell’esercizio, devono essere periodicamente verificate mediante campionatura ed analisi come previsto dall’art. 4. Nell’allegato I sono individuate le misure di attenuazione per tutte e dieci le tipologie di prodotto a rischio e, quindi, devono adottare tutti “gli accorgimenti per ridurre le condizioni favorevoli allo sviluppo della sostanza”:
prodotti a base di patate crude
patatine (chips), snack, cracker e altri prodotti a base di pasta di patate
prodotti da forno fini
cereali per la prima colazione
caffè
succedanei del caffè con tenore di cereali superiore al 50 %
succedanei del caffè con tenore di cicoria superiore al 50 %
biscotti per la prima infanzia e cereali per lattanti
alimenti per la prima infanzia in vasetto (a bassa acidità e a base di prugne secche)
pane

In caso di superamento dei livelli di riferimento, l’OSA “adegua i processi ed i controlli al fine di raggiungere i livelli di acrilammide più bassi che si possano ragionevolmente ottenere, inferiori ai livelli di riferimento di cui all’Allegato IV”(IN ALLEGATO)
CSA E' a disposizione per eventuali chiarimenti in merito

Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news
CSA S.C.R.L.- capitale sociale € 35.000 - sede legale: Via Enrico Fermi 1/a int. 22 - 51100 Pistoia (PT)
Tel. 0573 921280 - Fax 0573 531485 - Codice Fiscale e Partita IVA 01821810478 - n° REA 182426

PRIVACY